Arista con salsa di verdure


L’ arista, o lonza di maiale, è abbastanza facile da trovare da noi, in qualsiasi macelleria, ma ho scoperto l’anno scorso , mentre ero a Londra e volevo prepararla per mia figlia e suo marito, che lì quella disossata che usiamo noi non si trova.
Avevo cercato su Google la traduzione in inglese di arista o lonza ed era venuto fuori che si chiama “pork loin”.
Così, tutta pimpante ero andata in una bella macelleria del quartiere e avevo chiesto il pezzo che volevo, per scoprire, dopo vari tentativi di discussione nel mio scarso inglese , che il pork loin è praticamente un pezzo di maiale con l’osso delle bistecchine, che il macellaio incide e che va cotto in forno.
Quindi ho dovuto rassegnarmi e acquistare quel magnifico pezzo di carne, prepararlo in un altro modo, rispetto al mio progetto iniziale e incamerare le nuove informazioni.
Devo dire che era veramente buonissima ed è stata molto apprezzata.
Ma l’arista che intendo io è quella della ricetta che segue e che ho preparato qualche sera fa per una decina di persone .
Inutile dire che è stata spazzolata in pochi minuti e neppure la salsa è avanzata.
Che soddisfazione!
Ho usato:
un pezzo di arista da circa 1,5 kg
2 cipolle bianche
2 carote
2 coste di sedano
2 spicchi di aglio
1 bicchiere di vino bianco
1 bicchiere di latte
2 foglie di alloro
1 rametto di rosmarino
olio
sale
Ho scaldato l’olio in una capiente padella , con gli spicchi d’aglio non sbucciati , poi ho messo la carne e l’ho fatta rosolare bene da tutti i lati girandola ogni 3-4 minuti con l’aiuto di due cucchiai di legno.
Ho salato e versato il vino bianco, che ho lasciato evaporare.
Ho girato l’arista ancora per qualche minuto e poi ho spento il fuoco.
Sulla placca del forno ben oliata ho distribuito le verdure fatte a tocchetti e con le mani le ho mescolate in modo che si avvolgessero con l’olio.
Al centro ho messo l’arista, il suo fondo di cottura, il latte e rosmarino ed alloro legati insieme con il filo , per poi poterli togliere facilmente.
Ho coperto il tutto con la carta di alluminio ed ho infornato in forno statico, già caldo, per mezz’ora a 170 °.
Trascorso questo tempo ho tolto la stagnola , ho bagnato la carne col fondo di cottura ed ho lasciato in forno per un’altra mezzora, alzando il calore a 180°.
Ho spento il fuoco ed ho lasciato intiepidire.
Ho spostato la carne su un tagliere ed ho eliminato il mazzetto composto da rosmarino e alloro e gli spicchi di aglio.
Ho versato le verdure e tutto il fondo di cottura nel frullatore, e ho frullato finchè non ho ottenuto una bella salsina liscia.
Quando la carne si è raffreddata l’ho messa su un vassoio e ciascuno l’ha ricoperta di salsa calda a piacere.
Buonissima!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*