baccalà con crema di ceci

Per gran parte della mia vita mi sono rifiutata di assaggiare sia il baccalà che lo stoccafisso .
Solo l’odore mi dava un enorme fastidio e quando mio marito, che invece ci andava matto, se ne comprava un pezzetto per cucinarselo e lo metteva momentaneamente in frigo, ben avvolto in carta e sacchetto di plastica,io riuscivo a sentirne l’odore anche nelle stanze lontane dalla cucina e aprivo tutte le finestre , sperando che andasse via.
Di conseguenza non lo cucinavo neppure.
Tutto questo fino al giorno in cui io e mio marito siamo andati a pranzo nel ristorante di un suo amico, che, tra le altre cose, si diceva preparasse un favoloso baccalà.
Ovviamente mio marito l’ha ordinato per sè, ed io, per la prima volta, fidandomi del cuoco e del giudizio di mio marito, ne ho assaggiato un pezzettino.
Beh, il sapore non aveva niente a che fare con l’odore, e devo ammettere che mi ha conquistata.
Da allora ogni tanto lo cucino, sia con i ceci, come in questa ricetta, sia marinato , come si fa in toscana, sia semplicemente in bianco, con le patate.
Per quanto riguarda l’odore, ho trovato un sistema che lo neutralizza quasi completamente : lo faccio bollire insieme ad alcune foglie di alloro …funziona!
Per questo piatto occorrono :
Filetti di baccalà tagliati a tranci ( di solito con un filetto si fanno 4 tranci)
ceci già cotti (una tazza piena)
1 gambo e le foglie di sedano
1 carota
1 cipolla
1 spicchio di aglio
3-4 foglie di alloro
1 rametto di rosmarino
2 fette a commensale di pane tostato
olio
sale( io non ne metto mai perchè a volte il baccalà risulta già abbastanza salato di suo. Meglio aggiungerlo in tavola , se occorre)
Lessare il baccalà in abbondante acqua con le foglie di alloro, per circa 15 minuti da quando inizia a bollire, poi lasciarlo nell’acqua calda.
Tritare finemente il sedano, la carota, la cipolla e l’aglio e fare soffriggere in un tegame con poco olio.
Aggiungere il rosmarino legato con il filo in modo che non perda gli aghi, quasi tutti i ceci cotti( lasciarne da parte un pugnetto per la decorazione) e un bicchiere d’acqua calda.
Quando l’acqua si è ridotta a meno di metà frullare il tutto con il frullatore a immersione, sino ad ottenere una crema. Se fosse troppo densa aggiungere un po’ di olio o acqua calda.
Tostare il pane in forno.
Disporre sul fondo dei piatti la crema di ceci, poggiare sopra il baccalà ben scolato e qualche cece .
Mettere sul fianco del piatto qualche fettina di pane tostato .
Un filo d’olio e ..si mangia!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*