Cima ripiena ai funghi

La cima ripiena è un classico piatto delle feste, o della domenica.
Mia mamma la preparava sempre in brodo, a volte lo faccio anch’io, invece ogni tanto l’ho fatta al forno , questa volta, invece è cotta in tegame.

E’ un secondo sempre apprezzato, con un bel contorno di insalata , piselli, patate,carote,ci sta bene tutto.

Io l’ho fatta così :

Occorrono

una cima  a tasca di circa un kg

250 g carne tritata di manzo

250 g salsicce spellate

20 g. funghi secchi

prezzemolo e maggiorana tritati, una manciata

mollica di un panino raffermo

1 bicchiere vino bianco

50 g parmigiano grattugiato

1 uovo

2 spicchi aglio in camicia

sale-olio

 

 

Ho ammorbidito i funghi secchi in acqua calda, poi li ho strizzati e tritati, mettendo da parte l’acqua che servirà dopo.

Ho messo in una ciotola l’uovo sbattuto con la carne macinata, la salsiccia,il pane ammollato nell’acqua e strizzato,i funghi,il parmigiano,un pizzico di sale e con le mani ho amalgamato tutto molto bene.

Con delicatezza ho inserito tutto il composto dentro la tasca di carne, cercando di distribuirlo bene .

Con un grosso ago da lana e un filo bianco messo in 4 ho cucito il bordo della tasca.

In un tegame antiaderente piuttosto largo ho fatto rosolare l’aglio con un po’ d’olio, ho sistemato la cima e l’ho fatta rosolare da entrambe i lati, girandola con attenzione.

Ho versato il vino e l’acqua dove avevo ammollato i funghi, ho coperto e ho lasciato cuocere per 1 ora e 30 circa,girando la cima un paio di volte.

Trascorso questo tempo ho spento il gas, messo la cima in un grande piatto, coperto con un altro grande piatto e sopra ci ho messo un peso, in modo che la schiacciasse bene, compattandola ( il mio peso è il cesto della frutta, fate voi!)

L’ho lasciata così fino a sera, poi va affettata non troppo sottile con un buon coltello o con l’affettatrice.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*