Costine di agnello castrato in doppia panatura.

Ieri sera ho preparato queste costine di agnello fritte e per la prima volta ho sperimentato la doppia panatura, che mi è stata suggerita da un’amica.

Effettivamente ha formato una crosticina croccante e compatta che non si è staccata friggendo ed ha dato un sapore speciale alle già squisite costine di agnello

Occorrono :

costine di agnello qb

2/3 uova

3 cucchiai parmigiano grattugiato

pangrattato abbondante

prezzemolo tritato qb

buccia grattugiata  di 1 limone non trattato

sale

olio

Ho sbattuto le uova insieme al parmigiano, ho aggiunto un pizzico di sale e ho immerso la carne, girandola spesso , in modo da bagnarla tutta da ogni lato .

Ho lasciato riposare nell’uovo mentre ho tritato il prezzemolo e grattugiato la buccia di limone.

Ho mescolato prezzemolo e buccia al pangrattato,poi , una alla volta, ho impanato le costine, premendo bene per fare aderire .

Ho scosso per togliere l’eccesso e ho nuovamente passato la carne nell’uovo (se nel primo passaggio l’uovo si fosse quasi esaurito aggiungerne un’altro).

A questo punto ho proceduto con la seconda impanatura, aggiungendo altro pane grattato , se necessario, e premendo bene per creare una bella crostina.

Ho fritto in olio abbondante e ben caldo .

Ho girato spesso in modo che la carne cuocesse bene anche internamente.

Quando le costine sono state ben dorate le ho scolate su carta assorbente e servite caldissime con un contorno di carciofi fritti.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*