Pernici all’uva.

Che mio marito è un cacciatore ne abbiamo già parlato, ed essendo riaperta la caccia , ecco che comincio a ricevere ed a cucinare la cacciagione.

In questo caso ho organizzato una cenetta con gli amici a base di pernici, e visto che siamo anche nella stagione dell’uva, perchè non usare anche quella?

Così ecco la ricetta delle pernici all’uva.

Devo dire che non sono stata io a spiumarle, ma comunque mi ci è voluto tempo e pazienza per prepararle.

In cucina , però, sono capace di grande dedizione, e i risultati mi ripagano.

Occorrono :

pernici spiumate, pulite internamente e tagliate a metà

2 cipolle

un bel grappolo di uva bianca senza semi sbucciata

pancetta sottile

vino bianco

olio-sale

prezzemolo tritato

spago per alimenti.

Dentro ad ogni mezza pernice ho messo un acino d’uva, poi l’ho avvolta nella pancetta e legata con lo spago per tenerla chiusa.

Ho fatto appassire le cipolle, tagliate sottili, in olio abbondante, finchè non sono diventate trasparenti.

Ho unito le pernici e fatto rosolare qualche minuto.

Ho aggiunto il vino, messo il coperchio ed abbassato il fuoco al minimo, lasciando cuocere per 2 ore.

Ogni tanto ho controllato che non mancasse il fondo di cottura e ho girato le pernici.

Ho aggiunto l’uva sbucciata , ho fatto ridurre il fondo  di cottura , poi ho servito versando la salsa ottenuta sopra le pernici.

Da leccarsi i baffi!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*