Tordi in tegame

Questo favoloso piatto è riservato agli amanti della cacciagione, che sanno quanto buoni siano i tordi e quanto questo modo di cucinarli ne esalti al massimo il sapore.

Certamente occorre qualcuno che prima di tutto, procuri i tordi, ma per me questo non è un problema : mio marito va a caccia da sempre e quindi la cosa è risolta.

Poi ci vuole la pazienza dei santi per spiumarli, compito che io evito accuratamente e che lascio nelle mani di qualcun altro che se ne incarichi generosamente .

A questo punto ecco che entro in gioco io che li eviscero e li cucino.

Occorrono :

tordi puliti

salsicce

pancetta tagliata sottile

olive nere

olio

aglio

vino bianco

Preparare i tordi inserendo dentro ad ognuno un pezzetto di salsiccia ed avvolgendoli con la pancetta, fermata da uno stuzzicadenti.

Rosolare qualche spicchio d’aglio in una padella con olio, poi aggiungere i tordi e lasciare dorare leggermente, girandoli spesso.

Aggiungere le olive ed il vino bianco.

Coprire, abbassare il fuoco e cuocere per circa 40 minuti, girando ogni tanto con delicatezza.

Negli ultimi minuti di cottura, se il fondo fosse troppo liquido, togliere il coperchio, ma non fare asciugare troppo, perchè la bontà del sughetto , in cui inzuppare il pane, la polenta o il purè, a seconda delle vostre preferenze, è impagabile.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*