Crostata al tiramisù

Non ricordo chi mi ha dato questa ricetta.

Ormai tutte le mie amiche , da quando conoscono il blog , non fanno altro che passarmi ricette, così, fra quelle che ricevo, quelle che invento e quelle che trovo online, ho quaderni ovunque, appunti presi in qualunque posto mi trovi, spesso su margini di libri o giornali…insomma, tutto questo per dirvi che l’altro giorno da uno dei miei quaderni è saltata fuori questa ricetta, scritta e dimenticata da non so quanto tempo.

Stavo giusto scartabellando in cerca di una buona torta da preparare come completamento di una serata tra amici, e ho trovato la ricetta della crostata tiramisù.

Ovviamente mai fatta, ma che mi è subito sembrata golosamente perfetta per l’occasione.

Così via al supermercato e via con l’impasto!

Occorrono :

Pasta frolla:

220 g farina

100 g zucchero

100 g burro

1 uovo + 1 tuorlo

30 g cacao amaro

10 g lievito per dolci

Ripieno:

savoiardi

caffè (io ho usato quello solubile decaffeinato)

zucchero

Crema:

400 g mascarpone

4 cucchiai zucchero

3 tuorli

Preparare la frolla al cacao mescolando in una ciotola tutti gli ingredienti.

Formare un panetto, avvolgerlo nella pellicola e metterlo in frigo per circa 30 minuti.

Intanto preparare il caffè, zuccherarlo e lasciarlo raffreddare.

In una terrina lavorare con le fruste i tuorli con lo zucchero finchè non diventano spumosi, poi aggiungere il mascarpone e lavorare ancora per amalgamare bene.

Sulla carta da forno stendere poco più di metà della pasta frolla, aiutandosi col mattarello infarinato e formare la base di una tortiera apribile di 26 cm di diametro.

 

 

 

Punzecchiare con una forchetta, poi spalmarvi sopra metà della crema.

Inzuppare i savoiardi nel caffè zuccherato e sistemarli nella tortiera sopra la crema, cercando di non lasciare spazi vuoti.

Sopra distribuire con cura il resto della crema , coprendo completamente lo strato di savoiardi.

Infine stendere il resto della pasta frolla a coprire il tutto.

Infornare a 180° per circa 30 minuti.

Raffreddare e cospargere di zucchero a velo.

A casa mia non sono rimaste neanche le briciole: è profumata, morbida e cremosa, un ‘esplosione di golosità assoluta.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*