Alloro, una pianta che ci aiuta.E una ricettina di successo

Nel mio giardino ho una bella pianta di alloro ed uso spesso le sue foglie per tanti scopi diversi.

Me li ha insegnati quasi tutti mia mamma ed io li metto in pratica tutt’ora.

Uso le foglie essiccate negli armadi e nei pensili della cucina : tengono lontani i parassiti e profumano.

Quando in casa preparo un piatto per cui è necessario friggere, per evitare che tutta la casa puzzi di fritto, metto sul fuoco un pentolino con acqua, qualche foglia di alloro e una buccia di limone e la lascio bollire per tutto il tempo in cui friggo. Il vapore elimina totalmente l’odore di fritto e profuma la casa.

In caso di difficoltà digestive, tosse, mal di gola, mia mamma mi preparava una tisana di alloro, facendo bollire un paio di foglie in acqua e aggiungendo del miele.

Io uso l’alloro anche per una ricettina che ho trovato su Pinterest , che ho ripetuto numerose volte e che ha sempre avuto successo.

Occorrono:

un paio di foglie di alloro per ogni commensale (io 30 foglie)

200g pecorino fresco

1 patata grande

1 uovo

Lessare la patata sbucciata , schiacciarla bene con una forchetta e mescolare al pecorino.

Aggiungere l’uovo sbattuto e amalgamare.

Con le mani inumidite formare delle polpettine allungate e posizionare sulle foglie.

Infornare su teglia ricoperta di carta da forno, in forno già caldo a 170° per una decina di minuti , devono dorare.

Servire calde.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*