Profumo di Natale…profumo di arance!

Dopo il liquore alle arance, che sta riposando nel suo vaso di vetro, ho deciso di utilizzare al meglio anche le altre bucce delle arance che mi sono state regalate, anche perchè non capita spesso di avere delle arance naturali, le cui bucce si possono tranquillamente mangiare .

La prima cosa che ho fatto ieri sera  sono queste stelline ( mi piacciono da matti) tagliate con una formina taglia biscotti piccola piccola.

Ho tolto la buccia in questo modo, per avere una superficie abbastanza grande.

Ho premuto sulla buccia la formina, aiutandomi con un batticarne, per farla penetrare bene e fare un taglio netto.

Ho proseguito facendone tante, poi le ho messe su un piatto a seccare. Non vanno messe su una fonte di calore perchè perderebbero la loro forma.

Queste stelline le userò infilate come una collanina per dare profumo e un tocco diverso all’albero di Natale.

(Se dovete bucarle per  farci passare il filo, fatelo subito, perchè se la buccia secca sarà troppo difficile farlo.)

Una parte, invece, le spargerò sulla tovaglia del pranzo di Natale, sono sicura che faranno allegria.

Altre ancora le farò candite e so già che saranno divorate in pochissimo tempo.

Si fa così : una volta tagliate vanno messe a bagno in acqua fredda per un paio di giorni ( perdono l’amaro)e bisogna cambiare l’acqua due o tre volte al giorno.

Poi vanno messe in un pentolino con molta acqua e fatte bollire per una ventina di minuti.

Dopo questo tempo si scolano e si lasciano asciugare su un tovagliolo pulito.

Una volta asciutte si pesano e si mettono in un pentolino con pari peso di zucchero e pari peso di acqua.

Si mescola a fuoco piuttosto basso , l’acqua deve evaporare e si deve formare uno sciroppo denso.

Ora si possono togliere e intiepidire su un piatto. per renderle più golose si passano nello zucchero semolato e si conservano in un barattolo ermetico.

 

Ultimo consiglio : tutti i ritagli che restano delle bucce dopo avere fatto le stelline, metteteli sul calorifero finchè non si asciugano benissimo, poi tritateli nel tritatutto e conservate in un barattolino ermetico, saranno preziosi aggiunti all’impasto dei biscotti o delle torte. Qualche pezzo un po’più grande può essere aggiunto nei sacchetti  profumatori naturali  di cui ho già parlato .

Ah, mi è venuta un’altra idea : con un ago bucate una stellina e fateci passare attraverso uno spago sottile o un filo di rafia …sarà un bellissimo chiudipacco per i vostri regali di Natale!

No, aspettate, che ve ne pare di questo bicchiere per la tavola delle feste?

Forse ho finito le idee, buone feste a tutti!!!

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*