Proviamo a ridurre le spese

Ogni mese, quando facciamo i conti delle spese fatte, ci ripromettiamo di stare più attenti e di cercare di spendere meno, ma siamo un po’ disorientati sul modo in cui riuscirci.

Qualche piccolo accorgimento c’è, per quanto mi riguarda è utile, magari può ispirare altre persone.

So che alcuni consigli possono essere scontati e banali, ma provarci costa solo un minimo impegno, quindi , se lo riteniamo importante, perchè non farlo?

Direi , innanzitutto che un po’ di attenzione si può fare nella spesa abituale di alimentari e altro per la nostra casa .

Preparare una organizzazione settimanale dei pasti e comprare solo quello che ci serve per prepararli è molto più sensato del comprare, magari un pollo o un arrosto e ritrovarsi poi senza i necessari ingredienti per cucinarlo, oppure vederlo andare a male perchè non abbiamo avuto il tempo per cuocerlo.

Quindi prepariamo una lista con tutto ciò che ci serve e non sgarriamo.

Non acquistare grosse quantità è meglio, a volte il troppo finisce buttato via.

Attenzione anche agli alimenti deperibili: meglio comprare quantità limitate e averli freschi ogni volta, piuttosto che dover finire banane ammaccate o arance rinsecchite.

Essere creativi e riciclare gli avanzi è un altro modo per non gettare nulla.

Leggere i volantini e seguire le offerte è un buon modo per fare una spesa intelligente e ponderata, ma controllate sempre il peso o la quantità del prodotto in offerta. A volte la confezione sembra la solita, ma la quantità di prodotto non è la stessa e l’offerta è solo uno specchietto per le allodole.

Per quanto riguarda il consumo di luce, acqua e gas, andate a cercare nel vostro contratto se ci sono fasce orarie in cui potete risparmiare e tenetene conto. La lavatrice o la lavastoviglie si possono accendere anche la sera tardi, o la mattina presto, se ci aiuta a risparmiare!

Tutti , ormai, abbiamo nei nostri bagni i rubinetti a leva, che , senza pensare, apriamo sempre al massimo. Ma io vengo da una generazione nella quale i rubinetti erano a manopola, e non li aprivamo mai al massimo! Quindi consideriamo il fatto che possiamo modulare il getto d’acqua anche con la leva.

E quella leva mettiamola sul lato acqua fredda, se non ci serve  calda, altrimenti ogni volta faremo partire inutilmente la caldaia….e vai con i consumi!

Tempo fa ho incontrato una mia ex alunna di parecchi anni addietro, diventata ormai una donna, insieme alla sua mamma.

Non ricordo come è nato il discorso , ma la madre mi ha detto che spesso veniva sgridata dalla figlia perchè teneva troppo a lungo e inutilmente aperto il rubinetto del bagno mentre si lavava i denti . La figlia le ricordava che io , durante una lezione, avevo consigliato ai bambini di immaginare che invece di vedere scendere l’acqua dal rubinetto, vedessero delle monete, che andavano a finire nello scarico.

Sono rimasta sorpresa nel capire che quell’immagine era rimasta indelebile nella mente della mia alunna, e che aveva interiorizzato l’importanza del non sprecare.

Pensiamoci, la prossima volta!

Un altro piccolo consiglio che posso dare è quello di tenere un quaderno su cui annotare le spese, i prelievi, gli introiti e, ogni fine mese capire quali avremmo potuto ridurre o evitare.

A volta ci diciamo che non abbiamo comprato niente di speciale, eppure i soldi sono volati via ! Beh, se scriviamo tutto capiremo esattamente dove li abbiamo fatti volare.

Io conservo ancora l’ultimo quaderno delle spese di mia mamma , e ancora mi commuovo nel leggere quello che scriveva…erano alti tempi, c’erano le lire e la vita era meno dispendiosa.

Tutto qui, buon risparmio!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*