Come utilizzare gli scarti dei crostacei e altri pesci per preparare una fantastica bisque ed un risotto ineguagliabile.

Per la serie ” non si butta via niente”, questa è davvero una ricettina utile e che vi sorprenderà.

Vi permetterà di preparare un risotto meraviglioso , usando solo scarti .

Che ne dite?

Ovviamente non è una cosa che ho inventato io: la bisque è un  prodotto usato nei migliori ristoranti, che sanno bene come sfruttare al meglio ogni qualità di tutto ciò che viene acquistato .

Io ho imparato a farla ed ora la considero una vera prelibatezza.

Bisogna avere teste e carapaci di gamberi e gamberoni che avete già sgusciato, ma potete aggiungere scarti di molluschi (seppie, totani…) o di pesce, naturalmente escludendo gli intestini.

Occorrono inoltre un paio di carote,alcuni pomodori maturi o della salsa rustica, una cipolla, un gambo di sedano, timo e prezzemolo a piacere,vino bianco , aglio, olio .

Pulire i gamberi e utilizzare solo gli scarti : testa e carapace.

Tritare cipolla, carote, sedano, aglio e fare soffriggere il tutto in olio .

Aggiungere gli scarti dei gamberi ( e degli altri pesci se ne avete) e mescolare bene lasciando cuocere per qualche secondo.

Unire i pomodori tagliati a pezzi o la salsa , con le erbe aromatiche ben tritate.

Coprire aggiungendo vino bianco ed acqua calda.

Mettere il coperchio e cuocere a fuoco basso per circa 40 minuti.

Raffreddare, inserire un frullatore ad immersione e frullare il tutto.

A questo punto occorre filtrare il liquido ottenuto attraverso un colino a maglie strette e raccoglierlo in un pentolino.

Quel magico liquido profumato di pesce aspetta solo il vostro riso!

La bisque è pronta : se non la usate subito potete anche congelarla e usarla quando vorrete.

La bisque vi servirà per cuocere un favoloso risotto di mare, risottandocelo dentro.

Se non fosse abbastanza aggiungete acqua calda.

Buon risparmio!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*