Torta di riso dolce carrarina

Questa torta di riso è per eccellenza il dolce  di Carrara-Avenza  più famoso.

Prima di conoscere mio marito non ne avevo mai sentito parlare, poi, frequentando la sua casa ho scoperto che è il dolce tipico che si prepara, tradizionalmente , per  il 25 aprile, festa di S.Marco . Ovviamente ogni casalinga la prepara anche in molte altre occasioni familiari e, nei ristoranti e trattorie locali si può trovare.

Devo dire che è buonissima, molto ricca, ed io ho imparato a farla bene.

Ogni volta che la preparo, per la famiglia e gli amici, è immancabile lo studio accurato da parte di ogni commensale dello spessore della crema rispetto a quello del riso sul fondo, mio marito misura i millimetri , ciascuno dice la sua ,si ride e intanto si mangia.

Anni fa, quando ancora insegnavo, ricordo che vennero , per un progetto a cui partecipammo, alcuni docenti di scuole europee a visitare per qualche giorno la nostra scuola. Noi insegnanti preparammo un rinfresco, cucinando personalmente cibi dolci e salati.

Io preparai la torta di riso carrarina, la misi in un vassoio, già tagliata a fette e poi andai in classe al lavoro. Ad un certo punto mi vennero a chiamare : gli insegnanti stranieri volevano farmi i complimenti e sapere cosa c’era dentro alla mia torta. Fu una bella soddisfazione.

Ogni donna della zona ha la sua ricetta, tenete conto che a Massa, confinante con Carrara, la torta di riso la fanno diversa, io faccio solo quella carrarina . Ecco la mia ricetta, approvata da carrarini d.o.c. e non svenite quando leggerete il numero delle uova necessarie.

Occorrono:

una teglia rotonda di 30 cm di diametro

100 g riso Roma

350 g zucchero

12 uova intere

1 l latte intero tiepido

1 bicchierino di sambuca

Cuocere al dente il riso in acqua salata e scolare bene.

Spargere il riso cotto sul fondo della teglia imburrata e premere bene con le mani inumidite.

Mescolare lo zucchero con un terzo del latte tiepido,poi aggiungere il resto del latte , le uova sbattute,la sambuca.

Amalgamare benissimo, poi, con l’aiuto di un mestolo, versare piano piano il liquido sul riso, in modo da non far sollevare il riso che deve rimanere sul fondo.

Infornare a forno freddo ,mettere a 180° e cuocere per 1 ora.

Spolverare la superficie di zucchero , abbassare il forno a 100° e cuocere ancora per 40 minuti.

La superficie del dolce dovrà essere “maculata”.

E’ particolarmente buona servita fredda di frigorifero.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*