Mesciua

La mesciua è un piatto povero tipico della zona di La Spezia, il cui nome significa miscuglio, perchè contiene tre ingredienti mescolati  : i fagioli cannellini, il grano farro e i ceci.

La tradizione racconta che in tempo di guerra le donne degli scaricatori del porto, che non avevano di che sfamare la famiglia, si mettessero a raccogliere  semi e legumi  che cadevano dai sacchi trasportati .

Con quel poco che riuscivano a raccogliere preparavano questo piatto, caldo e soddisfacente .

A quel tempo le dosi erano completamente casuali, oggi , naturalmente, sono più definite.

Occorrono:

300 g ceci

300 g fagioli cannellini

100 g grano

olio evo

sale -pepe

I fagioli, i ceci ed il grano vanno messi in ammollo , separatamente, in ciotole piene d’acqua per una notte intera (10-12 ore)

Dopo l’ammollo si fanno cuocere insieme i ceci ed il grano, in acqua abbondante per almeno 2 ore.

I fagioli, invece, si fanno cuocere a parte per 1 ora.

A questo punto si uniscono i 3 ingredienti, insieme a buona parte dei liquidi di cottura.

Si cuociono ancora insieme per una mezz’ora, salando a piacere.

Infine si serve ben caldo, spolverando di pepe e con un filo d’olio d’oliva .

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*