Biscottini alla voglia di cioccolato

Non so perchè, ma quando l’autunno comincia a farsi avanti mi viene un’insopprimibile voglia di cioccolato.

In estate questo desiderio è molto sporadico, quindi a volte capita che all’esplodere di questa voglia io non abbia cioccolato in casa .

Tragedia!

Devo comprarlo subito, e poi lo so che esagero! Questa volta la mia scelta è caduta su una tavoletta di cioccolato di questo tipo: fondente con arancia e mandorle (adoro il gusto di arancia nel cioccolato!).

Appena a casa ne ho mangiato circa metà, e mentre me la gustavo ho avuto un’idea : perchè non provare a fare dei biscotti con quella cioccolata dentro???

Così ho pensato di modificare solo leggermente la ricetta degli anicini che faccio sempre e di cui sono dipendente, sostituendo ai semi di anice , il cioccolato e arancia sbriciolato.

Però la mezza tavoletta rimasta era troppo poca per quello scopo, così ne ho acquistata un’altra uguale e ho iniziato la preparazione.

Ho già scritto la ricetta degli anicini, ma qui la ripeto con le modifiche al cioccolato.

Occorrono :

1 tavoletta di cioccolato fondente all’arancia e mandorle

3 uova

90 ml olio di semi

200 g zucchero

mezza bustina di lievito

450 g farina

Sbattere le uova con lo zucchero, poi aggiungere l’olio, il lievito e il cioccolato grossolanamente sbriciolato . Io ho fatto così:

L’ho pestato con il batticarne lasciandolo ancora dentro la sua carta. Ovviamente i pezzi non erano tutti uguali, ma va bene così.

Poi ho aggiunto la farina un po’ alla volta, impastato con le mani e formato i due filoni piatti da mettere sulla carta forno.

Li ho infornati in forno già caldo a 180° per circa 20 minuti. Poi li ho tolti dal forno( ma non ho spento, ho aumentato a 200°), li ho lasciati raffreddare un po’ e con un coltello a lama piatta ho tagliato i biscotti dello spessore di circa 1 cm.

 

Li ho distribuiti su due teglie mettendoli sul fianco e li ho infornati nuovamente per altri 10 minuti. Quando sono stati belli dorati li ho tolti dal forno , lasciati raffreddare e messi in contenitori ermetici dove DOVREBBERO durare a lungo.

Se siete riusciti a non svenire in seguito al profumo che emanavano i biscotti in cottura, complimenti a voi !

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*