Brodo( col trucco) e pastina all’uovo

Come fuma il mio piatto di brodo! E’ proprio caldo e gustoso e pochi minuti dopo lo scatto di questa foto era già in pancia.

Di solito preparo il brodo il giorno prima di quello in cui lo servirò in tavola.

Questo è un”trucchetto”, o meglio un accorgimento , che mi ha insegnato mia mamma e che ritengo veramente molto importante da rispettare. Più avanti vedrete perchè.

Occorrono :

1-2 patate

1-2 carote

1-2 cipolle

1 gambo di sedano

1 ciuffo di prezzemolo

Acqua qb

un pizzico di sale

carne da brodo con l’osso qb

Ho lavato e sbucciato patata, carota e cipolla, lasciando tutto intero.

Dal macellaio mi sono fatta dare due bei pezzi di carne da brodo con l’osso, ma dove ci fosse un po’ di carne buona, perchè noi amiamo il bollito.

 

Ho messo in pentola, a freddo, carne e verdure con un pizzico di sale ed ho portato, coperto, ad ebollizione.Quando ha cominciato a bollire ho abbassato il fuoco e lasciato cuocere piano per oltre 2 ore.

 

Ho spento il fuoco e lasciato così fino al giorno dopo.

E veniamo al famoso “trucchetto”.

Ecco come si presentava il mio brodo la mattina seguente:

Quello strato bianco che si vede è semplicemente tutto il grasso della carne che , raffreddando , si è solidificato e che , quando era caldo non si percepiva quasi. Quel grasso, se non viene eliminato, sarà dannoso per le nostre arterie.

Visto quanto era? Io l’ho eliminato e vi assicuro che ai fini del gusto del brodo non ha influito minimamente, l’ha solo reso più sano e digeribile.

A questo punto ho deciso di non accontentarmi di cuocere nel brodo una qualsiasi pastina pronta, ma ho voluto completare l’opera con una pastina all’uovo fatta in casa : la grattugiata.

Occorrono :

(questa dose è per 4 persone)

150 g parmigiano grattugiato

100 g pangrattato fine

1 cucchiaio di farina

2 uova +1 tuorlo

una bella grattata di noce moscata

Ho impastato tutti gli ingredienti in una ciotola, compattando bene con le mani fino ad ottenere una palla soda.

Con una grattugia dai buchi grandi ho grattugiato , piano piano, tutto l’impasto che ho allargato su uno strofinaccio coperto da carta forno, in modo che le bricioline si separassero il più possibile tra loro.

Quando il brodo è stato pronto l’ho colato, togliendo la carne e le verdure , l’ho riportato ad ebollizione e ci ho versato la pastina.

In circa 3-4 minuti era cotta.

Una bella spolverata di formaggio e il piatto è servito!

Nella parte del blog riservata ai secondi piatti troverete come ho utilizzato il bollito.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*