Cucinare con le erbe.

Diversi anni fa ho frequentato un corso di erboristeria, perchè ero affascinata dalle potenzialità  e dagli svariati usi delle erbe.

Ho imparato tante cose, rimanendo spesso sorpresa e sperimentando nella mia cucina.

Ora voglio soffermarmi sul come usare le erbe aromatiche in cucina, perchè questo è uno dei campi in cui sono più coinvolta.

Il primo consiglio è quello di non tenere troppo a lungo le erbe secche ,perchè con il tempo possono perdere il loro profumo, meglio acquistarne in quantità ridotte(o raccoglierle) e conservarle ben asciutte, in vasetti ermetici, lontano da umidità e calore.

Perchè le erbe diano il meglio del loro profumo, meglio aggiungerle ai cibi negli ultimi minuti di cottura,perchè cuocere troppo potrebbe spegnere il loro sapore.

Se usate i semi (anice, cumino , finocchio..) meglio dare una grossolana tritata, diffonderanno meglio il loro aroma.

Potete usare le erbe anche per aromatizzare l’olio o l’aceto, aggiungendo un cucchiaio di erbe e lasciando macerare in luogo caldo per almeno una settimana. Poi filtrate e condite a piacere.

Con la carne le erbe migliori da usare sono salvia,basilico , menta, santoreggia,possibilmente mescolate tra loro.

Sull’agnello potete spargere e lasciare a marinare, prima di cuocere, olio con maggiorana e menta.

Se fate uno spezzatino è perfetto un trito di maggiorana, salvia,prezzemolo, buccia di limone grattugiata  e timo.

Nei ripieni di carne non può mancare timo abbondante.

Con il pesce stanno bene aneto, timo, basilico, salvia.

Nelle minestre di verdura usate prezzemolo, maggiorana,origano, santoreggia,basilico, timo, salvia.

Se vi piace il sapore, particolare, potete mettere sulle patate da fare al forno un pizzico di semi di cumino.

E infine sperimentate voi stesse, divertitevi ad andare nei vivai a scoprire erbe aromatiche che non avete mai usato e vi garantisco che vi si aprirà un mondo.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*