Pane posato: così diventa fantastico

Ogni settimana io faccio il pane in casa, viene perfetto, dura tutta la settimana e piace a tutti.

Non capita mai che ne avanzi, perchè se dovesse seccare un po’ basta rimetterlo un po’ in forno e torna croccante.

Qualche settimana fa , però, durante un pranzo in un ristorante dove andiamo spesso, insieme al pane fresco nel cestino, ci hanno portato un po’ di fette di pane grosso tagliate sottilissime, spruzzate di olio e dorate in forno. Erano ancora calde e, mentre aspettavamo che ci servissero ce le siamo divorate. Che bontà!

Ovviamente il mio cervello ha registrato ogni passaggio necessario per riprodurre a casa la stessa cosa : pane posato al punto giusto,affettatrice,olio spray.Tutto qua.

A casa ho controllato la freschezza del mio pane : era ancora troppo morbido per poter essere tagliato senza sbriciolarsi, così ho aspettato ancora qualche giorno e , quando mi è sembrato perfetto ho cominciato il mio esperimento .

Ho affettato il pane molto sottilmente con la mia fida affettatrice.

Ho sistemato alcune fette sulla placca del forno ricoperta di carta e , con lo spray per l’olio l’ho tutto spruzzato.

L’ho infornato in forno già caldo a 150°, controllando costantemente , perchè così sottile rischiava di bruciarsi in un baleno.

Appena ho visto che si dorava l’ho tolto.

Esperimento riuscito!

Ovvio che, se non avete il pane fatto in casa va benissimo un pane grosso, filone o marola, purchè sia posato al punto giusto.

Buon esperimento anche a voi!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*