Gnocchi di ricotta al pesto

La ricetta di questi gnocchi senza patate ma con la ricotta me la diede mia figlia Elena alcuni anni fa.

L’ho ripetuta parecchie volte perchè, secondo me questi gnocchi sono , oltre che meno laboriosi da fare, anche più leggeri.

Senza niente togliere agli gnocchi tradizionali, che amo e cucino, questi sono un po’ diversi ma non meno gustosi.

La ricetta che ho ha dosi per circa 3 persone, ma io e mio marito questa dose ce la mangiamo in due, quindi regolatevi a seconda del vostro appetito!

Occorrono :

200 g farina 00

225 g ricotta di mucca ben sgocciolata

3 tuorli d’uovo

30 g parmigiano grattugiato

una grattatina di noce moscata

sale

 

Per il pesto:

un mazzetto di basilico fresco

una manciata di pinoli

olio e sale

1 spicchio d’aglio pelato e senza l’anima(quel germoglio interno che dà un gusto troppo forte)

Parmigiano a piacere (o pecorino stagionato)

 

In una ciotola o sulla spianatoia impastare  con le mani la farina con la ricotta, i rossi d’uovo , la noce moscata e il parmigiano, fino ad ottenere un panetto morbido e non appiccicoso, aggiungendo, se occorre, altra farina.

Formare dei rotolini con l’impasto e tagliarli a tocchetti, il più regolari possibile( io per la regolarità sono negata)

Poi, con la parte ruvida della grattugia strofinate leggermente ogni tocchetto , in modo da creare un disegno nella parte superiore dello gnocco ed un incavo nella parte inferiore, dove preme il vostro dito.Disegno e incavo serviranno a prendere meglio il condimento.

Ecco pronti gli gnocchi, lo so che non sono tutti identici, ma questo è il bello delle cose fatte in casa!

Ora si lasciano riposare sotto uno strofinaccio pulito e si prepara il pesto.

Si lavano e si asciugano bene solo le foglie del mazzetto di basilico, poi si mettono nel frullatore ( io uso quello a bicchiere, ma va bene anche quello ad immersione), con una parte dei pinoli, l’aglio e l’olio.

Si frulla bene tutto, aggiungendo altro olio se occorre. Si aggiunge il formaggio, lasciandone da parte un po’ per chi volesse metterlo anche sul piatto pronto, e i restanti pinoli che a me piace lasciare interi.

Pesto pronto, gnocchi pronti, non resta che mettere su la pentola con abbondante acqua salata .Appena bolle si buttano gli gnocchi e si mescola.Quando i primi gnocchi salgono a galla si prendono con una schiumarola(o ragno) e si mettono nei piatti, continuando così man mano che sono pronti.

 

 

Si condisce con il pesto, una bella spolverata di formaggio  e si serve caldo.

Nulla vieta di servirli con un bel ragù, con una semplice salsa di pomodoro, col sugo di funghi, olio e formaggio…insomma, esattamente come fareste con gli gnocchi di patate.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*